venerdì 14 maggio 2010

precariamamma o della paranormalità

Da qualche parte, lassù, qualcuno mi protegge. In alternativa, sono protagonista di una sorta di Truman Show, e un regista occulto governa la mia vita. Non è la prima occasione in cui mi accadono cose strane, ma questa volta si è varcato il confine del paranormale.
Riassumo. La settimana inizia all'insegna della più profonda depressione, che in confronto la fossa delle Marianne è una pozzanghera, tanto che mercoledì pomeriggio ho preso la bicicletta e sono andata a iscrivermi a un'agenzia interinale. Alla giovane impiegata che mi spiega: "è molto difficile che noi abbiamo richieste adatte al tuo profilo", rispondo con voce tremante: "non importa. Se sono qui è perché ho perso le speranze di lavorare nel settore editoriale. Ho bisogno di un lavoro stabile, qualsiasi cosa..."
Torno a casa con il cuore in gola (e non solo perché pedalo contro vento), e mi tuffo sotto la doccia per annegare i dispiaceri.
Esco dalla doccia e squilla il telefono (h 16 circa di mercoledì). È un editor che avevo contattato a gennaio per propormi come collaboratrice.  Non ha dato segni di vita per mesi, ed ecco che mi chiama per un'ipotesi di lavoro. Per paura che mi sfugga, prendo appuntamento per l'indomani mattina (ieri), metti mai che cambi idea... Mi presento nel suo ufficio alle 10, puntualissima, e ne esco alle 11.30 con una proposta. Al colmo della felicità mi dirigo verso il call center, e mentre sono ancora in tangenziale squilla il telefono (h 11 di giovedì). È un tizio al quale avevo mandato una prova come copywriter, a novembre, in risposta a un annuncio. Anche lì, silenzio per mesi ed ecco che mi chiama per dirmi che la prova è andata benissimo e che vogliono farmi una proposta di collaborazione...
Comincio ad avere il sospetto che si tratti di una candid camera, ma ho la definitiva conferma di un intervento soprannaturale quando, alle 12, il telefono squilla di nuovo. È un altro editor che mi vuole affidare un libro-gioco per bambini da tradurre e adattare.
Dunque, o angioletto che mi assisti, ho ancora due preghierine per te: intanto, impegnati un altro po' e fai che queste proposte si concretizzino in lettere d'incarico, che è meglio avere tutto nero su bianco anche nel mondo del paranormale. Inoltre ricordati che non puoi lasciarmi sola: non faccio editing da due anni, non ho mai lavorato come copywriter e non sono una traduttrice né un'autrice di giochi, quindi non ho la benché minima idea di come farò a portare a termine questi lavori, se davvero partiranno.
Amen

3 commenti:

  1. Speriamo che tutti questi committenti di lavoro non leggano questo tuo post! :-) O forse gli piglia il panico!
    A parte gli scherzi il talento ce l'hai e se imparerai a venderti bene ma soprattutto se iniziassi ad avere anche un po' di "culo" (scusa la brutta parola ma rende bene) il gioco è fatto!
    Vedrai che andrà bene, perchè come si dice nello sport, se giochi bene ed hai talento prima o poi i risultati arrivano! Ma qui si ritorna a bomba e cioè ci vuole anche il benedetto "culo"!!!
    Quindi il santo che devi pregare e che tutti noi tuoi fans pregheremo sarà San Culinorosa protettore degli eritemi da pannolino e degli sfigati. E speriamo che dopo l' Amen si veda volare in cielo una "cUlomba di pace"...

    RispondiElimina
  2. Ohhh cara Precariamamma non è che adesso con tutti questi inaspettati lavori ci pianti in asso qui tutti soli ehhh???

    RispondiElimina
  3. sì, ha ragione fidel gatto. io mi sento già piantata...

    RispondiElimina