martedì 26 ottobre 2010

Violenze


Come al solito è colpa della tv. Io li ho visti tutti, telefilm e sit-com "in famiglia": I Robinson, La casa nella prateria, Otto sotto un tetto... Almeno in quelli della mia generazione, di giorno succedeva di tutto, ma quando arrivava la sera i bambini filavano a letto, e c'era più o meno sempre la scena di mamma e papà che si affacciano dalla porta e guardano con un amorevole sorriso le teste bionde e/o ricciolute che spuntano appena dalle coperte.
Quindi io me l'aspettavo così, e ancora non riesco ad adattarmi all'idea che in casa mia il momento di andare a nanna sia più violento ed estenuante della campagna in Russia di Napoleone.
Ieri sera, per esempio, la scena era la seguente (Anna nel suo lettino, io nel lettino di Diego, Diego nel lettone nell'altra stanza)


La bambina pretendeva, come tutte le sere, che le tenessi la mano. Ciò mi costringe sempre a una torsione del braccio, che deve infilarsi tra le sbarre del lettino, per cui alla mattina mi fa ancora male.
La mano sulla testa serve a evitare che il gatto mi mastichi i capelli. Sì, perché tra le numerose perversioi dei miei felini domestici, c'è anche questa cosa di tuffare il muso nei capelli e rosicchiarmi lo scalpo con gli incisivi. Non chiedetemi perché.
Finalmente la bambina posseduta dal demone dell'insonnia si addormenta e io cerco di riportare la situazione all'ordine: io nel mio letto e Diego nel suo. Fuori piove e io ho cambiato le lenzuola. Che cosa c'è di più bello che starsene al calduccio sotto il piumone fragrante di bucato, mentre cade la pioggia?
Alle tre Anna comincia a chiamare. Pretende che le tenga la manina. Mi siedo accanto al lettino e lei mi afferra l'indice. Comincia una lotta senza quartiere, perché lei è ben decisa a tenermi lì. Ho freddo e ho sonno, imploro pietà, ma lei non cede. Ogni volta che mi pare addormentata, cerco di sfilare piano piano, con movimenti impercettibili, il mio indice dalle sue grinfie. Ma lei se ne accorge sempre e stringe ancora di più. Due o tre volte riesco a liberarmi e torno al calduccio sotto le coperte, apro il mio Topolino per cercare di riprendere sonno, mentre fuori la pioggia continua a cadere cullandomi nel dolce ticchettio sui tetti... Ma sono solo momenti. La spietata tiranna mi richiama ogni volta accanto a sé. Provo a ignorarla, ma lei piange minacciando di svegliare il resto della famiglia.
Mi ritrovo ancora e ancora e ancora seduta per terra, al freddo, con l'indice intrappolato nella sua perfida stretta.
Intanto qualcun altro si è svegliato: uno dei gatti, che dormiva insieme a me nel lettone, si aggira adesso per la casa. È deciso a vendicarsi per essere stato svegliato così bruscamente: miagola, va a fare la cacca, si tuffa nel borsone della piscina di Diego, prende a graffi lo stipite della porta...
"Anna, ti prego, lasciami andare. Ho freddo"
"NO!"
"Anna, per favore, ho sonno. Voglio tornare nel mio letto"
"STAI QUI!"
Dentro di me cresce un furore cieco, un rancore insanabile, una frustrazione  che non trova sfogo. Vorrei urlare, vorrei piangere, vorrei dormire. Guardo la piccola ed è tanta la rabbia che arrivo a formulare una vera e propria maledizione nei suoi confronti! Non so come sia stato possibile, me ne vergogno un po', ma l'ho fatto...




2 commenti:

  1. Sono le 6,50 ed è tornata la calma da un po'... Tutti dormono... Solo uno zombie si aggira per casa preparandosi per andare al lavoro... Occhi pesti, anzi occhiaie che sembrano uova fritte! Sì perchè dopo una notte di "moglie sbraitante" e "bambina piangente" sommato al "gatto graffiante" e anche "cagante" c'è anche qualcun altro che ha riposato pochino... Ma poi una grande gioia gli riempie il cuore! La fuori lo aspetta il mondo, la libertà, la vita... E così sotto la pioggia si mette in macchina per farsi i suoi 40 minuti di fila per poi chiudersi 10 ore dentro a 4 mura... Ma in quel momento tutto questo gli sembra il paradiso e quindi fila fuori di casa prima che le "bestie" si sveglino! :-)

    RispondiElimina
  2. Bravo Fidel, io faccio lo stesso !! ...comunque solidarieta' alle mogli.... ;-)

    RispondiElimina