lunedì 29 novembre 2010

parabole

Io: "Amore, devo pulire il bagno. Nel frattempo ti siedi qui sulla tua sediolina e mi racconti una storia?"
Lei annuisce, si siede e assume un'espressione competente, poi inizia a raccontare:
"C'era una volta una bambina che voleva sempre mangiare le caramelle, ma la sua mamma diceva 'le caramelle no, perché altrimenti diventi cicciona!'. Allora la bambina le mangiò di nascosto, e ne mangiò tante tante che diventò maaagra maaagra maaagra!"
Estratto dalla conferenza: "Il ruolo pedagogico della fiaba, ovvero: come influire sull'educazione del genitore attraverso la mediazione narrativa". Relazione della prof. Anna M.

3 commenti:

  1. fantastica... se è vero, come dicono, che ogni vita è un romanzo e dipende da come ce la raccontiamo, ha già capito tutto dei poteri della narrazione...

    RispondiElimina
  2. Infatti! Quanta capacità persuasiva consumata con assoluta naturalezza...

    RispondiElimina
  3. Così piccola, deve sviluppare ancora tante cose, ma ha già sviluppato il punto principale che accomuna tutte le donne! :-)

    RispondiElimina