mercoledì 15 dicembre 2010

La magia del Natale

Stipendio, salario, giorno di paga
pussa via la vacca magra!
Dente di vipera, occhio di rospo
voglio un contratto fino ad agosto.
Ala di vespa, capello di prete,
soldi, denari, dobloni e monete!
Entra ricchezza, esci iattura,
che io rilascio legale fattura!

5 commenti:

  1. Molto più semplice per aver oro fare come la Polidoro
    Niente stipendio
    Niente compendio
    Niente salario ne lavoro gregario
    Basta un favore
    Un voto o uno scambio
    Dico una cosa ma dopo la cambio
    E come per magia...
    Senza penar sono la più ricca che ci sia!

    RispondiElimina
  2. Tutto ciò è molto poetico, non trovi? ;)

    RispondiElimina
  3. Molto pittttoreeesco direi come diceva un altro famoso voltaggabbama tale enrico montesano.
    Una bella magia hanno fatto caro fidelgatto e hanno dato un bello spettacolo con la rissa e insulti finali.
    Ma dalle mie parti la cosa si commenta così "quando cencio dice male di straccio"
    RossoSemprePiuSeduto

    RispondiElimina
  4. Tutto ciò è molto poetico e pittoresco come la magia del Natale!!! Una vera recita natalizia! Perfetto no???
    Magia della quale mio figlio ha già capito il senso profondo a neanche 6 anni "a scuola ci parlano di gesù ma a me interessa solo il natale per i regali"...
    Immagino che cencio e straccio siano dalle mie parti la mxxxa e il badile... In questo caso concordo pienanmente!!!

    RispondiElimina