lunedì 17 febbraio 2014

Oggetti misteriosi

Domenica sera, amici a cena.
Lei: "Per favore, prendi il formaggio e la grattugia"
Lui: "Ok"
Lei: "No, non quella grattugia. L'altra."
Lui: "Quale?"
Lei: "Quella piccola."
Lui: "Ah, ne abbiamo comprato una nuova!" (Alzi la mano la donna che non si è mai sentita rispondere così, su un qualsiasi oggetto domestico)
Lei: "Come nuova? Ce l'abbiamo da almeno tre anni!"
Lui: "Ah sì? Ma non la usiamo mai!"
Lei: "Be' veramente è quella che usiamo di più."
Lui: "Macché, di solito usiamo quella grande!"

Lei evita battute crudeli ed è già pronta a trovare giustificazioni. Lui in effetti a pranzo non c'è mai, ed è normale che non abbia presente la grattugia piccola, che usiamo di solito a mezzogiorno e finisce in lavastoviglie per essere sostituita, in caso di necessità per cena, da quella grande, più scomoda.
Certo, non c'è una legge metafisica a governare questo sistema. La grattugia piccola è comunque oggetto di uso comune, e non è spiegabile che a lui risulti del tutto nuova. Ma insomma, non sottilizziamo, non diamo adito a polemiche sterili. Suvvia, perdoniamo questa sua mancanza di spirito d'osservazione.

Ma lui commette il fatale errore.
Lui: "Bimbi, quale grattugia usiamo di solito?" chiede, mostrandole entrambe.
Bambini: "Tutte e due"
Lui non si dà per vinto: "Ma qual è quella che usiamo di più?"
Bambini: "Quella piccola"

Lui tenta ancora qualche debole rimostranza, ma è costretto a cedere.

Vedi, amor mio, non si fa. Impara la lezione. Non bisogna mai coinvolgere i bambini nelle dispute tra genitori. Mai chiedere il loro parere. Mai pretendere che prendano le parti dell'uno o dell'altra. 
Loro daranno sempre ragione alla mamma. 
Anche perché il 99,9% delle volte ha effettivamente ragione lei.




5 commenti:

  1. Si ma... Le cose non potevano andare tipo così???:
    Lei: "Per favore, prendi il formaggio e la grattugia"
    Lui: "Ok"
    Lei zitta.
    Lui prenda la garttugia che gli pare e grattugia il formaggio sulla pasta.
    Tutti mangiano la pasta.
    E tutti vissero felici e contenti.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, ma lui non ha detto "ok": ha voluto commentare e, non pago, è arrivato perfino alla sfida. Chi è causa del suo mal...

      Elimina
  2. Guarda che nel post hai scritto un'altra cosa! Soffri di perdita di memoria a breve termine? Halzeimer?
    Lui ha detto "ok"... Ha preso la grattugia... Sei tu che a quel punto hai preteso che lui, forse leggendoti nel pensiero, prendesse la grattugia solo quella che avevi in mente tu e hai aperto la polemica con: "no non quella". Perchè non quella? Non grattugiava??? Da quel "non non quella" in avanti il poveretto ha solo agito per legittima difesa per giusta causa contro un ingiusto quanto assurdo tuo comportamento! :-)

    RispondiElimina
  3. Faccio altresì notare, essendo io presente all'accaduto e stimando tantissimo il poveretto, che non gli è stato detto semplicemente "no non quella" bensì "ma nooooo... nooonnnn queeelaaa" come che in mezzo agli ospiti in mano avesse preso non una grattugia diversa da quella materializzatasi nella testa della moglie bensì lo scopino del gabinetto.
    A quel punto il poveretto non comprendendo la rimostranza della moglie ha prima verificato di non avere in mano lo scopino del gabinetto e poi sempre non comprendendo ha creduto che fosse stata acquistata una nuova grattugia apposta, magari con gli specchietti retrovisori.
    Si perchè alzi la mano chi (tra i mariti) non ha notato che non passa giorno che in casa non affiorino oggetti nuovi di tutti i tipi acquistati dalle mogli solo perchè "bhe costava solo 2 euro e 90!"...
    Il poveretto sapeva bene che in casa c'erano 2 grattuge! Ha il solo grande torto di non saper leggere nel pensiero della moglie... Roba da matti! Come si fa ad avere un marito così???

    RispondiElimina